Stampa
G
Visite: 26
         da vedere   
 
visto su Netflix
Ginny Miller è una quindicenne che vive con la madre trentenne e il fratello Austin in una città del New England, dove la madre ha deciso di trasferirsi per dare a loro una vita migliore. La serie è stata accusata di essere razzista per la presenza di un dialogo tra due protagonisti in cui Ginny rimprovera un amico di essere "più vicino a essere bianco rispetto a lei", e l'amico sostiene che assieme i due potrebbero "fare una persona bianca". Successivamente, Ginny accusa l'amico di non essere asiatico a causa della sua mancanza di conoscenze della lingua cinese e della sua passione per i cheeseburger, e l'amico si scusa per non essere sufficientemente cinese per lei. Successivamente, accusa Ginny di non essere nera perché non sa twerkare. Il dialogo in oggetto è stato criticato per l'abbondante dose di stereotipi raziali.

La serie è stata pesantemente criticata e accusata di sessismo per aver incluso una serie di insulti e commenti negativi su varie celebrità, tra cui Taylor Swift, Lady Gaga, Lana Del Rey e Vanessa Hudgens. La stessa Taylor Swift ha espresso il suo disappunto per l'umorismo sessista adottato nello show.