da non vedere   

visto su Sky
Il film, con protagonisti Fabio De Luigi, Edoardo Leo e Giampaolo Morelli, è ispirato a un fatto di cronaca avvenuto a Torino nel 1996, già adattato per il cinema nel 2000 in Qui non è il paradiso, diretto da Gianluca Maria Tavarelli. Nella Torino del 1996, Luigi è un impiegato delle poste che si vede sfumare davanti agli occhi l'agognata pensione anticipata a causa della riforma Dini. Decide quindi di vendicarsi e organizzare con l'amico Luciano e il collega Alvise una rapina al furgone portavalori che ha guidato per tutti quegli anni. Ma l'ingresso di alcuni criminali (il Lupo e Boutique) nel piano complica le cose.

      da vedere   

visto su Sky
Gli amici Max, Lucas e Thor cominciano la prima media e ognuno affronta le proprie difficoltà: a Max piace la sua compagna di classe Brixlee, Lucas scopre che i suoi genitori stanno per divorziare e la passione per il canto di Thor viene rifiutata dai suoi coetanei. Quando arriva la possibilità per Max di baciare Brixlee in occasione di una festa, i tre usano il drone del padre di Max per spiare la vicina adolescente Hannah nel tentativo di capire come si bacia. Il piano fallisce, il drone viene distrutto e i tre si ritrovano in possesso della droga di Hannah: decidono quindi di saltare scuola per comprare un nuovo drone.

        puoi anche non vederlo   
 
visto su Netflix
Jack e sua madre si trasferiscono in una nuova città, più piccola. Il padre di Jack ha perso la battaglia con il tumore qualche anno prima, e la madre ha paura che Jack possa accusare questo evento più del dovuto. Arrivati in questa cittadina, i due si stabiliscono in una casa che sembra cadere a pezzi, ma non perdono l’entusiasmo. La madre acquista un locale in cui apre un negozio di alimentari, e un giorno fa al figlio una proposta. Jack riceve dalla madre l’invito per una festa di una ragazza della città, che si terrà in una pista di go-kart. La ragazza in questione è Mandy, che ha una passione per l’ingegneria meccanica e sa come gestire i motori dei kart.